Pane cotto in un forno a legna

Forno condiviso

Un forno comune condiviso: un’opportunità per fare il cibo insieme come nelle comunità antiche

Siamo stati tutti insieme attorno a un tavolo, in una cucina all’aperto non ancora finita, attorno ad un forno.
Ciascuno con i suoi pacchi di farina, la sua pasta madre, i suoi impasti pronti.
Un forno messo a disposizione da una persona che in quel momento ha deciso di condividere con altri una grande risorsa.

E cosi abbiamo cotto i nostri prodotti da forno: pane, biscotti, crekers, grissini, e infine il pranzo.
Devo dire che per me è un sogno che si avvera. Poter trasformare il proprio cibo : la farina, l’ acqua, il lievito e tornare a casa con i cestini pieni di prodotti fragranti, sostenibili e con un solo forno acceso per tutti.

Un tempo nei paesi esistevano i forni comunali, oppure si andava nelle case dove il forno era presente e la comunità poteva utilizzarlo in cambio di qualcosa, un po di frutta, un pane, mandorle, insomma quello che si poteva dare.
E il mio sogno sarebbe realizzare ancora tutto questo. Sarebbe condividere tempo e risorse, esperienze e strumenti, e perché no, anche un po di fatica.

Penso a quanto sarebbe bello se ci si potesse organizzare per usare i forni di chi già li ha. Ad esempio basterebbe dire “io domani accendo il forno, chi volesse…”
perchè non lo possiamo fare?

Siamo veramente così tanto presi dalle questioni di tutti i giorni da dimenticare quanto sia importante farci il nostro cibo, stare insieme e dare una mano a chi in quel momento non può farlo.
Forse è solo un problema di organizzazione.
Quindi chi può e chi vuole si organizzi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.